• Consulenti per Redditività, Efficacia e Efficienza

    Consulenti per Redditività, Efficacia e Efficienza

  • 1

Professionisti D'Impresa
Di Santo Favaro

Lo studio, con sede a Vedelago, Treviso, offre ai clienti un’assistenza completa, grazie ad un team di professionisti qualificati e specializzati. Ogni pratica viene valutata sotto tutti i punti di vista (civile, amministrativo, fiscale), fornendo risposte concrete e approfondite. Crediamo che la qualità e la conoscenza siano il nostro punto di forza, per garantire ai nostri clienti – nel continuo divenire del tempo – la stabilità.

Crediamo che il rinnovamento
garantisca la stabilità.

Ultimi Articoli

  • La firma digitale della fattura elettronica.

    Recentemente alcuni clienti ci hanno posto una domanda: ma devo apporre la firma elettronica sulla fattura che inoltro allo SDI? Molti non lo sanno, ma la firma va sempre apposta e lo fa direttamente il programma che abbiamo scelto. Entriamo nello specifico.

    Secondo quanto predisposto dall’art. 21, comma 3, del DPR 633/1972: “il soggetto passivo assicura l'autenticità dell'origine, l'integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione; autenticità dell'origine ed integrità del contenuto possono essere garantite mediante sistemi di controllo di gestione che assicurino un collegamento affidabile tra la fattura e la cessione di beni o la prestazione di servizi ad essa riferibile, ovvero mediante l'apposizione della firma elettronica qualificata o digitale dell'emittente o mediante sistemi EDI di trasmissione elettronica dei dati o altre tecnologie in grado di garantire l'autenticità dell'origine e l'integrità dei dati”. Tale articolo è stato così modificato dalla Legge di stabilità 2013 (L. 228/2012 che ha recepito la direttiva 2010/45/UE).

    L’articolo in questione detta le modalità per assicurare l’autenticità dell’origine e l’integrità del contenuto, mentre nulla dice in termini di leggibilità. La circolare 18/E del 24 giugno 2014 ricorda che per leggibilità si deve intendere “(…) la disponibilità, per tutto il periodo di archiviazione, di un visualizzatore adeguato e affidabile del formato elettronico delle fatture”.

    Questa circolare, inoltre, evidenzia che l’articolo 21, nella sua nuova formulazione, “(…) rimette al soggetto emittente l’utilizzo della tecnologia ritenuta più idonea a garantire i requisiti di autenticità e integrità, richiamando a titolo esemplificativo:

    • i sistemi di controllo di gestione che assicurino un collegamento affidabile tra la fattura e la cessione di beni o la prestazione di servizi ad essa riferibile;

    • la firma elettronica qualificata o digitale dell’emittente;

    • i sistemi EDI (Electronic Data Interchange) di trasmissione elettronica dei dati;

    • le altre tecnologie non specificate, lasciate alla discrezionalità del soggetto passivo”.

    La circolare, inoltre, si sofferma su alcuni tipi di tecnologia ed in particolare:

    - sui sistemi di controllo di gestione (non assimilabile al controllo di gestione inteso in senso aziendale). “In ambito contabile, un corretto sistema di controllo di gestione struttura un percorso che documenta, passo per passo, la storia di un’operazione dal suo inizio, rappresentato dal documento originario (ad esempio, un ordine d’acquisto), fino al suo completamento (che può essere, ad esempio, la registrazione finale nei conti annuali), permettendo così di creare un collegamento logico tra i vari documenti di un processo”;

    - sul sistema EDI. “Si tratta di un sistema di trasmissione dati caratterizzato dallo scambio di informazioni strutturate di tipo commerciale, amministrative e logistiche in un formato standard, a mezzo di reti di telecomunicazioni nazionali ed internazionali”.

    Il sistema più utilizzato, soprattutto dai soggetti di piccole e medie dimensioni è la firma elettronica. Tale firma viene apposta direttamente dal “programma” che gestisce in outsourcing il sistema informatico volto ad ottenere l’invio, la ricezione e l’archiviazione digitale della Fattura Elettronica.

    Vi è un ulteriore firma che deve essere apposta. Infatti, nell'iter di conservazione elettronica, il "pacchetto" da conservare deve essere firmato digitalmente. Questo sempre per garantire autenticità e integrità.

     
  • Il bonus investimenti: il credito d'imposta e le novità della legge di bilancio 2021

    La L. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) all’articolo 1, commi da 184 a 197 – in vigore dal 1 gennaio 2020 – sostituisce le agevolazioni denominate “super ammortamento” (L. 208/2015) e “Iper ammortamento” (L. 232/2016), che consistevano nella maggiorazione del costo di acquisto e quindi della quota di ammortamento del bene, con una agevolazione che dà diritto ad un credito d’imposta.

    L’art. 1, commi 1051-1063, della L. 178/2020 (legge di bilancio 2021) si inserisce in questo contesto introducendo alcune novità.

    Leggi tutto...  
  • E-commerce indiretto e Regno Unito: cosa cambia dal 1 gennaio 2021

    Nel “Border and Protocol Delivery Group” di dicembre 2020, pubblicato sul sito https://www.gov.uk/government/publications/the-border-operating-model, oltre che nel sito istituzionale del governo (https://www.gov.uk/government/publications/changes-to-vat-treatment-of-overseas-goods-sold-to-customers-from-1-january-2021/changes-to-vat-treatment-of-overseas-goods-sold-to-customers-from-1-january-2021) vengono indicate le regole e i requisiti per la circolazione delle merci tra l’UE e il Regno Unito. Queste fonti, sono utili per capire come - a partire dal 1 gennaio 2021 - ci si deve comportare in caso di vendita e-commerce indiretta nei confronti dei privati.

    Leggi tutto...  
  • Brexit e Irlanda del Nord

    Il Protocollo su “Irlanda/irlanda del nord”, è parte integrante dell’accordo di “recesso del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall'Unione europea e dalla Comunità europea dell'energia atomica” pubblicato il 12 novembre 2019 sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea.

    Leggi tutto...  

Prossime Scadenze

Nessun evento